Navigare Facile

Belle Epoque e il suo declino

La Fine della Belle Epoque

Dopo anni di sfarzo e lusso, nei le scoperte scientifiche  e le rivoluzioni industriali ebbero una notevole importanza in Europa, la Belle Epoque iniziò lentamente il suo lento declino.

In questo rigoglioso periodo le popolazioni aumentarono, tanto che in diversi Paesi come ad esempio in Italia, moltissime persone dovettero emigrare per poter lavorare, in particolare dalle periferie dei centri abitati e nelle campagne che beneficiarono in piccola parte del benessere accarezzato dalla borghesia.

In tutta Europa, e non solo, si respirava aria di novità in diversi campi. Nel settore della medicina si registrarono importantissime scoperte per combattere le epidemie che colpivano le intere popolazioni. Le scoperte tecnologiche portarono allo sviluppo di macchinari impiegati in diversi settori e alla nascita di nuovi mezzi di trasporto, come i  primi treni, le automobili, oltre ai fondamentali sviluppi nei settori dell'aeronautica e della marina.

L'analfabetismo venne combattuto attraverso la nascita di strutture scolastiche alle quali potevano accedervi tutti coloro che volevano istruirsi. Anche le sale lettrarie erano veri e propri ritrovi per diffondere le conoscenze e scambiarsi idee culturali.

Purtroppo però questa "Bella Epoca" fu breve e nel giro di qualche decennio, sostenuta da una politica molto fragile, terminò. Fu così che tutta l'Europa fu scossa dalla Prima Guerra Mondiale ed il sogno della crescita e del benessere s'interruppe.